Aggiornamenti COVID 19

Il negozio on-line al tuo servizio

Aggiornamenti COVID 19

oggi, mercoledì 18 novembre 2020, in Italia. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 34.283 (ieri erano 32.191). I morti sono 753 (ieri erano 731). Effettuati 234.834 tamponi (ieri erano 208.458). Sono 3.670 i ricoverati in terapia intensiva, con un incremento di +58 unità. Ancora in calo la percentuale dei positivi-tamponi, che arriva al 14,6% (mentre ieri era del 15,4). I ricoverati con sintomi sono 430 in più, 33.504 complessivamente. In netto aumento i guariti che oggi sono 24.169 per un totale da inizio pandemia di 481.967. La regione con il maggior numero di contagi resta la Lombardia (+7.633), segue la Campania (+3.657), il Piemonte (+3.281), il Veneto (+2.972), il Lazio (+2.866), la Toscana (+2.508) e l’Emilia Romagna (+2.371).

È di 9.358 persone l’aumento delle persone attualmente positive al Covid in Italia nelle ultime 24 ore: il numero è nettamente più basso rispetto a ieri (era stato di 16.026). Ad incidere sul dato è anche l’aumento di guariti o dimessi nell’ultimo giorno: 24.169 (ieri era stato sdi 15.434). Il totale degli attuali positivi in Italia è di 743.168. Il numero complessivo dei guariti è 481.967.

Umbria

Aumentano i posti occupati dai malati di Covid in terapia intensiva in Umbria e sono altre 11 le vittime registrate nelle ultime 24 ore, secondo i dati ufficiali della Regione aggiornati al 18 novembre. Sono 501 i nuovi casi accertati, su 4.700 tamponi analizzati, con un indice di positività che risale al 10,65% rispetto a ieri (6,26), ma è ancora lontano dal 37,4% di due giorni fa. I guariti sono 460 (8.446 dall’inizio della pandemia). Altre 11, come detto, le vittime, dopo le 13 di ieri (286 in totale). Le persone attualmente ricoverate sono 444 in tutto (sei in più di ieri), di cui 75 in terapia intensiva (cinque in più). Gli attualmente positivi sono quindi 11.279 e 20.011 i casi totali dall’inzio della pandemia. I tamponi fino ad oggi complessivamente eseguiti sono 371.777.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro